“Un abbraccio divino”

Un’abbraccio è quell’atto in cui due elementi perdono la percezione di se stessi e trovano l’altro.
Così sono le due anime di questo vino, una possente e l’altra una coccola, legate ma non fuse, scorrono l’una sull’altra incontrandosi e separandosi, cercandosi e perdendosi, riconoscendosi separatamente e fondendosi solo a tratti.

Potresti gustarlo per ore e non sarebbe mai lo stesso sorso: a volte semplice ti fa compagnia, a volte ti intriga il sentire le sue parti più dure che subito dopo si affievoliscono al passaggio di una carezza arrendevole.
Altre volte introverso, ti sembra inconoscibile.
A volte un messaggero di pace.

Ecco le sue uve: Sangiovese e Malvasia nera, la forza e la grazia.

Questo vino è per tutti?
Per tutti coloro che amano l’espressione variegata dei dettagli cangianti, che colgono le sfumature anche quando appaiono impalpabili;
che sono attenti, ma che quando si distraggono la parte istintiva diventa padrona delle percezioni, e imparano senza sapere.

Ci ho messo un po’ a capirlo, proprio perché questo vino sfugge alle definizioni univoche e schematiche, ma è un flusso che scorre in tutte le direzioni.

Se questo vino è di ispirazione per uno dei tuoi doni, clicca su ricevi gli aggiornamenti su WhatsApp, cancella il messaggio preimpostato e chiedi maggiori informazioni.

Clicca su ricevi gli aggiornamenti su WhatsApp
per :

Chiedere info sulle bottiglie di:
DILLO CON UN VINO
Ricevere notizie sulle future DEGUSTAZIONI ed altre news.

Domandare tutto quello che vuoi

Condividi questo articolo, e soprattutto condividi il liquido divino!